Recupero parziale accise gasolio, richieste entro il 31 gennaio per le spese di dicembre

-->

La CNA di Ascoli Piceno informa che, a seguito di apposita circolare applicativa dell’Agenzia delle Dogane, entro il 31 gennaio sarà possibile richiedere il rimborso accise sul gasolio usato come carburante, limitatamente ai consumi del mese di dicembre 2022, da parte di esercenti di determinate attività trasporto di merci e di persone.

Come scrive l’Agenzia, “il ripristino della misura di favore è dovuto alla circostanza che l’aliquota normale sul gasolio usato come carburante vigente nel suddetto periodo (euro 467,40 per mille litri) torna ad essere superiore a quella fissata per l’impiego agevolato di che trattasi (euro 403,22 per mille litri)”.

L’importo rimborsabile é pari a euro 64,18 per 1.000 litri di gasolio commerciale.

La corretta dichiarazione di rimborso per i consumi imputabili alla richiesta di rimborso e riferiti a rifornimenti del solo mese di dicembre 2022, va predisposta sulla base:

  • della descrizione dell’operazione nella fattura emessa dall’esercente impianto di distribuzione stradale di carburante;
  • delle informazioni di dettaglio sui prelievi di carburante effettuati riportate nella fattura ad emissione differita di cui all’art. 21, comma 4, lett. a), del D.P.R. n. 633/72, anche in forma di allegato riepilogativo che ne costituisce parte integrante o di altro documento equipollente a comprova;
  • nel caso di fornitura ad apparecchi di distribuzione di carburanti per uso privato, della consegna del gasolio comprovabile dal Documento di Accompagnamento Semplificato dei prodotti assoggettati ad accisa (e-DAS) emesso dal titolare del deposito speditore; ciò ancorché il prodotto così scortato venga ripartito, dall’esercente attività di trasporto, tra i mezzi ammessi al beneficio di cui ha la disponibilità nei giorni successivi al 31 dicembre 2022.

Visto il prolungato periodo di sospensione del recupero delle accise, ricordiamo, di seguito, i criteri di individuazione dei soggetti che possono usufruire dell’agevolazione in questione.

1) Attività di trasporto di merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate, esercitata da:

  • persone fisiche o giuridiche iscritte nell’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi;
  • persone fisiche o giuridiche munite della licenza di esercizio dell’autotrasporto di cose in conto proprio e iscritte nell’elenco appositamente istituito;
  • imprese stabilite in altri Stati membri dell’Unione europea, in possesso dei requisiti previsti dalla disciplina dell’Unione europea per l’esercizio della professione di trasportatore di merci su strada.

2) Attività di trasporto di persone svolta da:

  • enti pubblici o imprese pubbliche locali esercenti l’attività di trasporto di cui al Decreto Legislativo 19 novembre 1997, n. 422, ed alle relative leggi regionali di attuazione;
  • imprese esercenti autoservizi interregionali di competenza statale di cui al Decreto Legislativo 21 novembre 2005, n. 285;
  • imprese esercenti autoservizi di competenza regionale e locale di cui al citato Decreto Legislativo n. 422 del 1997;
  • imprese esercenti autoservizi regolari in ambito comunitario di cui al Regolamento (CE) n. 1073/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009.

3) Attività di trasporto persone effettuata da enti pubblici o imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico.

 

Sul sito Internet dell’Agenzia è disponibile il software aggiornato per la compilazione e la stampa della dichiarazione relativa al quarto trimestre 2022, riservata al solo mese di dicembre 2022.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi agli uffici CNA di Ascoli Piceno (viale Indipendenza, 42) e San Benedetto (via Nazario Sauro, 162).

 

Scarica la newsletter CNA Fita

Potrebbe interessarti anche

>
ASSOCIATI