I pensionati CNA Ascoli Piceno a Roma per l’assemblea nazionale: «La sanità è un diritto di tutti»

-->

Lunedì 4 e martedì 5 dicembre una delegazione di soci della CNA di Ascoli Piceno ha preso parte all’assemblea nazionale CNA Pensionati, quest’anno dedicata al tema della sanità.

Accompagnati dalla responsabile provinciale Anna Rita Pignoloni e dal presidente provinciale Alvaro Cafini, i pensionati ascolani hanno contribuito a una due giorni di incontri e dibattiti volti a fare il punto su un tema cruciale nella quotidianità degli associati.

Per l’occasione, l’associazione ha presentato i dati di un’indagine condotta dall’Osservatorio permanente sulla Silver economy di CNA Pensionati su un campione di 3.600 associati per analizzare la percezione della salute e dei servizi ad essa collegati da parte dei pensionati italiani.

Dalla ricerca è emerso che il 63% dei pensionati soffre di almeno una malattia cronica o non è autosufficiente, con punte dell’82,9% al Sud. Per curarsi, inoltre, si deve attingere spesso alle proprie risorse (il 67,9% con picchi dell’81,4% nel Lazio). I pensionati, recita ancora lo studio, non conoscono o raggiungono male le strutture territoriali e preferirebbero essere curati a casa. Serve, per questo, potenziare la sanità territoriale.

«La Legge di Bilancio stanzia finanziamenti aggiuntivi per il Servizio Sanitario Nazionale, ma questi fondi rischiano di essere insufficienti – avverte il presidente nazionale CNA Pensionati Giovanni GiungiLa revisione del PNRR, proposta ed ottenuta dal Governo, ha confermato l’impegno a riformare il sistema sanitario. Tuttavia, alcuni investimenti sono stati stralciati, ma nuove ed ulteriori risorse sono previste per la telemedicina, l’assistenza domiciliare e le strumentazioni tecnologiche innovative. Queste misure sono importanti, ma non bastano per affrontare questa sfida».

«La Legge di Bilancio prevede 3 miliardi, che però saranno ripartiti per 2,4 di essi nel rinnovo dei contratti del personale sanitario e 600 milioni da dividere per far fronte alle altre esigenze del funzionamento del Sistema Sanitario, dai Lea, alle liste d’attesa e così via – chiarisce il segretario nazionale CNA Pensionati Mario PaganiE se a causa all’erosione del potere di acquisto delle pensioni, con una cattiva indicizzazione all’inflazione e con un fisco penalizzante per i pensionati, gli anziani non riusciranno a far fronte alle loro esigenze di cura, si aprirà un problema serio per il Paese».

In apertura dei lavori dell’Assemblea ha portato il suo saluto il presidente nazionale CNA Dario Costantini.

L’intervento di Dario Costantini

«Il tema della sanità è un tema centrale per il Paese – dichiara – ma sono altrettanto importanti per noi anche quelli del lavoro e dell’energia. Il lavoro è direttamente collegato all’immigrazione, che non può essere gestita come lo è oggi, sia perché al 90% delle piccole imprese, che anche i pensionati della CNA hanno contributo a fondare e far crescere, manca forza lavoro, sia perché è un tema etico. Moltissime Pmi sono ormai guidate da imprenditori alla soglia della pensione che vanno sostituiti. Per questo noi proponiamo scuole di formazione che consentano ai nostri giovani e alla forza lavoro straniera di colmare il gap. Il secondo tema è quello dell’energia, un problema di tutti anche dei pensionati, e sul quale noi vogliamo portare a casa il progetto sull’autoproduzione energetica delle Pmi.

Siamo una forza sociale, portatrice di valori collettivi non solo di categoria che ha a cuore il futuro non solo delle imprese ma anche di tutto il Paese».

Le conclusioni dei lavori sono state affidate al segretario generale CNA Otello Gregorini. «La sanità deve essere un diritto di tutti e deve avere una impostazione pubblica – ribadisce – Così come l’istruzione o l’immigrazione, non può essere terreno di scontro ideologico fra le forze politiche che invece sono chiamate a trovare una sintesi. Non servono comunicati o annunci, ma azioni concrete da parte della politica. Se vogliamo affrontare seriamente il tema della sanità dobbiamo avere una gittata lunga e procedere costantemente con delle scelte».

Potrebbe interessarti anche

>
ASSOCIATI