Indennità una tantum per i lavoratori dipendenti, la CNA Picena a disposizione per la presentazione delle domande

La CNA Picena informa che, ai sensi dell’art. 31, co. 1, del decreto legge 50/2022, tra i soggetti beneficiari dell’indennità una tantum di 200 euro rientrano anche i lavoratori dipendenti di cui all’articolo 1, comma 121, della Legge n. 234/2021 che nel primo quadrimestre dell’anno 2022 hanno beneficiato dell’esonero di cui al predetto comma 121 per almeno una mensilità.

Per l’occasione il servizio Patronato della CNA di Ascoli sarà a disposizione delle seguenti categorie di lavoratori per la presentazione delle richieste di accesso al contributo una tantum di 200 euro:

  • collaboratori domestici con in essere uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022;
  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti in via esclusiva alla Gestione separata Inps con redditi fino a 35.000 euro nel 2021;
  • lavoratori stagionali a tempo determinato e intermittenti con almeno 50 giornate lavorative svolte nell’arco dello scorso anno;
  • lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo
  • lavoratori autonomi privi di partita Iva titolari nel 2021 di contratti autonomi occasionali;
  • incaricati alle vendite a domicilio titolari di partita Iva attiva e con reddito nell’anno 2021 superiore a 5.000 euro.

L’Inps precisa che, ai fini del riconoscimento automatico dell’indennità da parte del datore di lavoro, il lavoratore dovrà rilasciare una dichiarazione con la quale espliciti “di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18”. È bene ricordare che l’indennità di 200 euro spetta una sola volta, anche se il lavoratore è titolare di più rapporti di lavoro.

In attesa di ulteriori indicazioni da parte dell’Inps sulle procedure da seguire per accedere al contributo, gli uffici CNA di Ascoli (viale Indipendenza, 42) e San Benedetto (via Nazario Sauro, 162) sono a disposizione per fornire assistenza e informazioni.

ASSOCIATI