CNA per il PNRR, comunicazione e formazione a sostegno delle imprese

Le CNA di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno al fianco delle imprese per cogliere tutte le opportunità di rilancio economico e sociale previste per l’area del cratere sismico.

IL FONDO COMPLEMENTARE SISMA

Le risorse del PNRR hanno iniziato ad essere riversate sui territori: importante è l’azione intrapresa dal Programma Unitario degli interventi per le Aree dei terremoti del 2009 e del 2016, che fa parte del Fondo Complementare al PNRR. Dei circa 30 miliardi del Fondo Complementare, 1,78 miliardi di euro sono destinati allo sviluppo sostenibile dell’area dei due crateri sismici (Aquila 2009 e Centro Italia 2016), attraverso gli interventi previsti nelle due macro misure del Programma:
• macro misura A “Città e paesi sicuri, sostenibili e connessi” (1 miliardo e 80 milioni di euro)
• macro misura B “Rilancio economico-sociale” (700 milioni di euro).

Se le risorse della macro misura A sono già state ripartite in larga parte ai Comuni per il finanziamento dei progetti da essi presentati, fra qualche settimana avremo disponibili i bandi che declinano gli interventi previsti dalla macromisura B rivolta al mondo delle imprese.
Nello specifico dell’area del cratere sismico stiamo parlando di 700 milioni di euro che andranno a sostenere investimenti innovativi di diversa taglia economica, rivolti a tutte le tipologie d’impresa, nei settori industriale, manifatturiero, turistico, culturale e creativo, sportivo, agro-ambientale.
Ampio è lo spettro delle finalità d’intervento, degli strumenti agevolativi, dei beneficiari, delle dotazioni finanziarie, delle iniziative finanziabili, delle spese ammissibili, delle forme e intensità di agevolazione e dei diversi regimi di aiuto previsti. Contributi a fondo perduto, in conto capitale, contributi diretti alla spesa, contributi in conto interessi e finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese.
In attesa dell’emanazione di questi bandi e dei relativi interventi rivolti alle aziende, CNA è pronta a fornire tutto il supporto necessario ai tanti imprenditori che vorranno predisporsi a coglierne i benefici.

PNRR e Fondo Complementare Sisma diventano molto importanti per le imprese che sono:
• destinatarie dirette dei bandi/avvisi dei Ministeri, ma anche del Commissario
straordinario alla ricostruzione;
• destinatarie dirette dei bandi/avvisi delle amministrazioni locali (Regioni, Province,
Comuni) per la realizzazione di opere pubbliche o per la fornitura di beni o servizi;
• destinatarie dirette di misure incentivanti gli investimenti innovativi nei settori
dell’industria, della manifattura, dell’agroalimentare, della ricerca e sviluppo, del
turismo-cultura-sport-sociale, dell’ambiente, dell’economia circolare e del ciclo delle
macerie.
Molto spesso viene richiesto loro di presentare più competenze, per cui è sempre opportuno valutare forme di aggregazione (Reti, Consorzi, RTI, ecc) e progetti di filiera.

Ma CNA non si ferma alle opportunità del Fondo complementare. Da tempo è impegnata anche sul fronte dei bandi del PNRR con una azione di animazione, informazione e accompagnamento in raccordo con Comuni e mondo delle imprese. Con la nascita del Team Sisma della CNA delle Marche, l’attività si è focalizzata sulla grande partita dello sviluppo dell’area del cratere.
Già la ricostruzione materiale degli abitati rappresenta di per sé un grande cantiere di lavoro per il settore dell’edilizia e delle costruzioni; l’aver unito ad esso la possibilità di investimenti per lo sviluppo dell’area vuol dire aver ampliato l’offerta di lavoro per le nostre imprese.
Sono, infatti, circa 350 i milioni che la sola macro misura A del Fondo Complementare, quella rivolta a “città e paesi sicuri, sostenibili e connessi”, ha destinato ai Comuni delle Marche. Ora è il momento in cui chi voglia investire nell’area del cratere per aprire una nuova impresa, per ritornare sul territorio, per ampliare, rafforzare o diversificare la propria attività, può farlo sapendo di poter contare su forme di sostegno e d’incentivo importanti e sul supporto di un’associazione come CNA, da sempre dalla parte delle piccole e medie imprese.

AGENDA PNRR – LE AZIONI CNA PER INFORMARE E ASSISTERE LE IMPRESE

Per accompagnare questa nuova fase, CNA ha predisposto specifiche azioni di comunicazione
nel progetto Agenda Pnrr, che si svilupperanno attraverso:
newsletter tematiche
• trasmissioni televisive (canale 16, prima puntata il 31 marzo alle 19.40)
• video social
• podcast
• appuntamenti informativi-formativi in presenza sul territorio.
Una campagna informativa che va ad affiancarsi ad un lavoro di supporto alla progettazione che CNA ha già messo a disposizione dei Comuni, alle prese con gli impegni delle scadenze temporali e con la carenza di personale specializzato: integriamo ora l’azione effettuata sui
territori con quella verso le imprese, con l’obiettivo di realizzare programmazione e sviluppo che durino nel tempo e producano ricchezza.
Saranno disponibili gruppi di agenti finanziari (commercialisti, tributaristi, consulenti) che, insieme al settore sindacale, affiancheranno le imprese che intendono partecipare ai bandi e alle misure a sportello che verranno a breve rese pubbliche.
Siamo nel pieno di una fase per molti aspetti inedita in cui vogliamo sperimentare un nuovo rapporto con Comuni e imprese a servizio del territorio e non intendiamo fermarci per dare il nostro contributo alla riuscita del PNRR, guardando anche alla nuova programmazione europea 2021-2027 che entro l’anno dovrà muovere i primi passi.

Lo schema riassuntivo delle misure previste per le aziende
La locandina del primo appuntamento televisivo

 

ASSOCIATI